GP di Francia a Le Mans: il punto prima del via

GP di Francia a Le Mans: il punto prima del via
Ferrari, Torres e Aegerter in gara a Misano

L’ultimo round della MotoE è arrivato. Dopo le bellissime gare a Jerez e Misano, le due finali della FIM Enel MotoE World Cup 2020 sono ormai alle porte nella nuova – almeno per la MotoE – sede di Le Mans. La lotta per la vittoria è tra il campione in carica Matteo Ferrari e la coppia di rookies (almeno in MotoE) formata da Dominique Aegerter e da Jordi Torres. Un po’ più staccato in classifica ma ancora in gioco per la vittoria finale è il giovane pilota italiano Mattia Casadei. Nelle due gare in programma sono in gioco gli ultimi cinquanta punti dell’anno, molti, visto anche che le previsioni meteo danno pioggia, almeno per la prima gara.

Casadei e Simeon durante in GP di San Marino

Fino ad ora Matteo Ferrari è stato sempre costante (unica eccezione l’errore nel GP di Andalusia), mettendo quattro lunghezze tra sè e il suo più vicino sfidante, Dominique Aegerter (Dynavolt Intact GP). Anche Aegerter ha dimostrato grande costanza di risultati, riuscendo ad essere veloce in ogni gara e conquistando un podio o vincendo ogni volta che è arrivato al traguardo. Nella lotta tra i primi due può inserirsi un altro rookie molto veloce: Jordi Torres (Pons Racing 40). Lo spagnolo ha conquistato la sua prima E-Pole a Misano e, anche se non ha ancora vinto, è sotto di soli sette punti. Vincere il mondiale per Torres non è una impresa impossibile soprattutto con due gare e cinquanta punti a disposizione.
L’ultimo candidato in lotta per il campionato, anche se più staccato, è Mattia Casadei (Ongetta SIC58 Squadra Corse). L’italiano è stato nella top five per tutta la stagione e si presenta nel finale con il suo miglior risultato di sempre: un secondo posto impressionante, dopo aver lottato curva dopo curva con Torres. Cosa può fare? E’ sotto di quindici punti, ma con i colpi di scena che abbiamo visto finora tutto è possibile.

Eric Granado con la MotoE del team Esponsorama Avintia Racing

Eric Granado (Avintia Esponsorama Racing) è forse il più veloce di tutti nel giro singolo. Matematicamente non è ancora escluso dalla vittoria finale ma 43 punti di svantaggio sembrano veramente impossibili da recuperare in due gare. Tuttavia, potrebbe giocare un ruolo fondamentale, visto che ha ottenuto la prima vittoria dell’anno e, salvo errori, è stato veloce ovunque.
Anche Niccolo Canepa (LCR E-Team) e il compagno di squadra Xavier Simeon sono ancora tecnicamente in lizza. Canepa quest’anno ha già ottenuto due piazzamenti nella top five. Simeon, invece, è salito sul podio a Misano. Entrambi hanno recentemente disputato la 24h di Le Mans e la loro conoscenza della pista francese potrebbe essere determinante, sopratutto in caso di pioggia.
Altro pilota potenzialmente favorito dalla conoscenza della pista è il pilota di casa Mike Di Meglio (EG 0,0 Marc VDS) recente vincitore della 24h di Le Mans.

Niccolò Canepa con al MotoE dell’LCR E-Team

Infine, ma non per questo meno importante, c’è anche la nuova regola per la formazione della griglia di partenza di Gara 2 da affrontare. I risultati della prima gara sono ora cruciali perché decidono le posizioni di partenza per la seconda, quindi c’è molto da vincere – e da perdere – nella gara del sabato.

Qui la classifica generale della MotoE a due gare dalla fine.

Per essere aggiornato sulla MotoE World Cup, iscriviti al broadcast Whatsapp di Epaddock e ricevi sul tuo cellulare in tempo reale tutte le nostre notizie: scopri qui come.

EnglishItalianSpanish