I piloti dei team italiani della MotoE parlano delle prime prove

I piloti dei team italiani della MotoE parlano delle prime prove

Si sono concluse oggi al Red Bull Ring in Austria la prima e la seconda sessione di prove per la FIM Enel MotoE World Cup. I piloti hanno riacquistato familiarità con le loro Energica Ego Corsa e, per molti di loro, con il circuito austriaco.

Matteo Ferrari e Lorenzo Savadori del team Trentino Gresini MotoE

Buone sensazioni in casa Trentino Gresini MotoE per Matteo Ferrari piazzatosi sesto a soli 2 decimi dalla prima fila virtuale. Il Riminese numero 11 si candida ad essere uno dei protagonisti per la giornata di domani. In seguito le sue dichiarazioni al termine delle FP2.

Matteo Ferrari
“Sono contento perché già nelle fp1 il gap con i migliori era minore rispetto alla prima gara in Germania. Nel secondo turno sono migliorato e non ci sono riusciti in molti, e sinceramente credo che Tuuli in questo caso non faccia testo perché ha avuto una moto nuova e con batteria fresca. Siamo a due decimi dal secondo posto, abbiamo provato due rapporti diversi e con le fp3 faremo qualche prova in più. Il feeling con la moto è buono, anche se il circuito non è per nulla facile: è più difficile rispetto al Sachsenring.”

Più complicata la giornata di Lorenzo Savadori, tredicesimo oggi, che non ha ancora trovato il miglior set-up della moto, ma che domani potrà contare su una terza ed eccezionale (attualmente prevista solo per l’appuntamento austriaco) sessione libera che si terrà alle 8:30 ora italiana.

Così Lorenzo Savadori ha commentato il suo venerdì:
“Onestamente non è andata benissimo. Qui non avevo mai corso, però questa mattina siamo andati più forte rispetto al pomeriggio. Forse abbiamo osato con delle modifiche di set-up che non ci hanno favorito nel pomeriggio, ma domani avremo le fp3 per rivedere qualcosa e provare a fare una bella qualifica.”

Alex De Angelis in azione nelle FP2 del gran premio austriaco

Anche in casa Octo Pramac MotoE nel primo giorno di prove libere, Alex De Angelis e Josh Hook hanno preso confidenza con un circuito su cui non avevano mai girato. Entrambi i piloti hanno lavorato molto sul set up delle loro Energica per cercare il miglior feeling in vista della SuperPole di domani. Di seguito le dichiarazioni dei due piloti.

Alex De Angelis
“Mi sono concentrato soprattutto nel familiarizzare con un circuito nuovo. Abbiamo provato anche a fare molte modifiche sulla moto. Alcune hanno dato risultati positivi che ci aiutano a capire in quale direzione lavorare. Fortunatamente abbiamo anche le FP3 che ci posso servire per migliorare.”

Josh Hook
“E’ stata la mia prima volta su un circuito che credo sia molto facile da comprendere. Abbiamo lavorato molto sul set up rispetto alle precedenti gare e la sensazione è che stiamo andando nella giusta direzione. Ancora il feeling con la moto non è al massimo ma non siamo molto lontani.”

Randy De Puniet, LCR E-TEAM, al Red Bull Ring

Ottimi progressi per Niccolò Canepa, LCR E-TEAM, che chiude settimo le FP2 dopo aver lavorato sul setting per migliorare il feeling. Qui le sue parole.

Niccolò Canepa
“Sono davvero felice, ho finito 7° in FP2 e 8° nei tempi combinati, quindi un bel miglioramento e un buon passo avanti. Abbiamo cambiato parecchio sulla moto e il mio feeling è stato subito migliore. Spero che possiamo continuare in questa direzione per domani e per la gara di domenica.”

Randy de Puniet non ha avuto invece la possibilità di migliorare in FP2 a causa di alcuni problemi tecnici, anche se lui e il team rimangono determinati a lavorare sodo e migliorare domani. L’ulteriore sessione di prove libere di domani mattina darà tempo prezioso per guadagnare posizioni e fare un’ottima prestazione nella Epole.
Sotto il commento di Randy a fine giornata:

Randy De Puniet
“La mattina era normale perché avevo bisogno di trovare un ritmo, andava bene, poi abbiamo deciso di fare alcune modifiche per il pomeriggio. Purtroppo nel pomeriggio non mi sentivo a mio agio con la gomma anteriore a causa di qualche vibrazione e ho fatto solo un giro, quindi ho perso la sessione. Non è l’ideale perdermi una sessione perché ho bisogno di ritmo e di avere più confidenza con la moto, ma vedremo cosa succederà domani.”

Chi decisamente sorride è il il team Ongetta SIC58 Squadra Corse con Mattia Casadei secondo a fine giornata. Già la FP1 era stata estremamente positiva, con Casadei 4° subito dietro Mike Di Meglio, ma il pilota di Simoncelli ha saputo migliorarsi ulteriormente nel pomeriggio scendendo sotto l’1:36 e mettendosi dietro Bradley Smith. Qui le parole del pilota italiano.

Mattia Casadei
“Sono molto felice, qui la moto va bene e ho un buon feeling. Siamo stati in grado di spingere in entrambe le sessioni. Il mio obiettivo per domani è la prima fila. Appena ho provato la moto in pista il set-up andava già bene, mentre al Sachsenring non era stato così. Qui riesco a guidare la moto come voglio e la cosa mi rende molto contento.”

EnglishItalianSpanish