MotoE test a Jerez: il giudizio di Nicolas Goubert

MotoE test a Jerez: il giudizio di Nicolas Goubert
I piloti dell’LCR E-Team, Canepa e Simeon, in pista a Jerez

Dal 10 al 12 marzo scorso si sono svolti i primi test del 2020 per la MotoE World Cup sulla pista spagnola di Jerez de la Frontera. Qui trovate il giudizio di Nicolas Goubert, il Direttore Esecutivo del campionato, su queste prime sessioni in pista: “Come prima cosa abbiamo avuto le condizioni ideali per svolgere questo test: cielo limpido ogni giorno e niente vento.
Abbiamo avuto molte cose da provare e c’erano molti nuovi piloti che provavano la Ego Corsa per la prima volta (qui lo schieramento).
I test nel complesso sono stati davvero buoni e hanno dato risultati molto importanti.”

La presa d’aria del nuovo sistema di raffreddamento sul lato sinistro della moto di Tuuli

“Per esempio, abbiamo testato il nuovo sistema di raffreddamento ad aria della batteria di Energica (qui i dettagli del sistema di raffreddamento) per permettere più sessioni di test ai piloti nell’arco della stessa giornata. Avevamo dodici moto modificate con questo nuovo sistema e tutto ha funzionato molto bene.
Il nuovo sistema di raffreddamento è in grado di garantire tre-quattro sessioni complete al giorno senza alcuna riduzione di potenza, una cosa estremamente importante per i test invernali.
Avevamo anche delle nuove gomme Michelin da testare: per l’anteriore la situazione sembra essere abbastanza chiara e la maggior parte dei piloti ha confermato che il nuovo componente porta dei miglioramenti.
Al posteriore Michelin ha portato due nuovi pneumatici che hanno dato un buon grip ma non abbastanza costanza di prestazione. Per questo motivo verrà proposto qualcosa di diverso per il prossimo test che faremo qui ad aprile. (qui il post dettagliato sui pneumatici Michelin testati a Jerez).”

Maria Herrara con la MotoE del team Aspar

“La terza cosa che abbiamo testato è stata una diversa taratura delle sospensioni della forcella; la maggior parte dei piloti è molto soddisfatta migliora il comportamento della moto nelle frenate più forti, la moto si abbassa davanti meno velocemente. Il miglioramento del tempo sul giro è stato impressionante; rispetto all’anno scorso, il miglioramento è stato di circa 1,5″ che è veramente molto.”

Per essere aggiornato sulla MotoE World Cup, iscriviti al broadcast Whatsapp di Epaddock e ricevi sul tuo cellualre in tempo reale tutte le nostre notizie: scopri qui come.

EnglishItalianSpanish