La curva sei buco nero del team Gresini nel GP di Andalusia

La curva sei buco nero del team Gresini nel GP di Andalusia
ZACCONE_GP_ANDALUSIA2
Alessandro Zaccone nella prima curva del GP di Andalusia

Non c’è fortuna per il team Trentino Gresini MotoE che in quattro giri perde entrambi i suoi piloti e raccoglie zero punti in questo secondo appuntamento della MotoE World Cup.
Succede tutto alla curva sei: il primo ad uscire di scena è l’esordiente Alessandro Zaccone, assolutamente incolpevole durante il primo giro quando Tommaso Marcon lo urta e lo elimina dalla sua prima gara. Le sue condizioni fisiche già precarie per la caduta nei test della settimana scorsa e l’operazione al ginocchio. Zaccone ora avrà tempo per recuperare e preparare i prossimi appuntamenti della classe elettrica.
Stessa curva, ma tutt’altra storia per Matteo Ferrari che parte bene e nei primi quattro giri lotta per le posizioni di testa. Rimonta di Granado che a due giri dal termine passa in seconda posizione; Ferrari cerca di non perdere contatto con il pilota brasiliano e tenta il sorpasso a Casadei alla curva sei. Purtroppo Ferrari va lungo e urta il posteriore di Granado: gara finita per Ferrari mentre Granado riparte in ultima posizione. Al termine della gara anche una penalità per l’italiano che a Misano perderà tre posizioni sulla griglia di partenza.
Il pilota di Rimini, in attesa del doppio appuntamento casalingo di Misano a settembre, occupa ora la sesta posizione in classifica generale con ventuno punti di distacco da Aegerter.

Matteo Ferrari in griglia a Jerez

Matteo Ferrari
“Sono molto dispiaciuto soprattutto perché ora siamo lontani in classifica. Ho provato a recuperare posizioni ma purtroppo ho colpito un pilota davanti a me, senza quel contatto probabilmente avrei potuto salvare la caduta ma non è andata così. Ora testa bassa, lavoriamo e sono sicuro che possiamo ancora ribaltare la situazione del campionato nei prossimi appuntamenti”.

FERRARI_GP_ANDALUSIA2
Alessandro Zaccone nel GP di Andalusia

Alessandro Zaccone
“Poco da dire, non ho finito nemmeno il primo giro. Avevo recuperato due posizioni e la moto andava bene, poi alla sei mi hanno steso. Due gare e zero giri non era la maniera con cui speravo di iniziare la mia avventura mondiale. Mi spiace soprattutto per il team che ha lavorato duramente. Ora proviamo a recuperare per le gare a Misano”.

Qui potete trovare i risultati del GP di Andalusia.

Per essere aggiornato sulla MotoE World Cup, iscriviti al broadcast Whatsapp di Epaddock e ricevi sul tuo cellualre in tempo reale tutte le nostre notizie: scopri qui come.

EnglishItalianSpanish