EMCE il nuovo motore elettrico delle moto di Energica

EMCE il nuovo motore elettrico delle moto di Energica

Il nome del nuovo motore EMCE è l’acronimo di Energica Mavel co-engeneering e nasce dalla parnership Made in Italy di Energica Motor Company e Mavel per equipaggiare le moto stradali di Energica.

In attesa di scoprire nei prossimi mesi quali saranno le novità tecniche che varranno introdotte nella MotoE World Cup 2020, Energica presenta il nuovo motore EMCE che verrà installato sulle sue moto stradali. Il nuovo motore è caratterizzato da un picco di potenza pari a 126 kW a 8500 rpm ed è dotato di raffreddamento a liquido per garantire maggiori prestazioni. Il peso scende di 10 kg, con un relativo aumento dell’autonomia tra il 5 e il 10%, in base allo stile di guida.
Il raffreddamento a liquido permette un miglior equilibrio termico del motore e dell’inverter, che si traduce nella possibilità di lavorare con maggiori densità di coppia e potenza per garantire una maggiore accelerazione.
“L’innovazione è il main core del nostro dipartimento tecnico che, insieme a Mavel, ha trovato la giusta collaborazione per spingersi ancora oltre i limiti dell’attuale tecnologia, migliorando ulteriormente un prodotto già altamente performante.”, ha affermato Giampiero Testoni, CTO di Energica Motor Company.
L’introduzione nel mercato del nuovo motore EMCE era prevista per il MY2022, ma a seguito delle difficoltà della nostra supply chain – a causa della situazione pandemica mondiale – abbiamo deciso di anticipare i tempi e in soli 6 mesi abbiamo sviluppato questo progetto di co-engeneering con Mavel, fino all’attuale produzione”.

Il nuovo motore EMCE

La collaborazione tecnologica tra Energica Motor Company e Mavel si è focalizzata sulla ricerca di soluzioni che ottimizzino l’efficienza del sistema. Tra i principali vantaggi che concorrono a migliorare la performance del motore ci sono:

  • geometrie innovative di rotori e statori che minimizzano le perdite di energia e massimizzano le prestazioni. L’uniformità della coppia erogata e la riduzione del peso rendono l’EMCE unico rispetto alla densità di potenza e di coppia;
  • innovativo raffreddamento del rotore in grado di generare un flusso interno di aria che lambisce i magneti e li raffredda, consentendo al motore di lavorare in regime ottimale anche ad alte velocità; 
  • algoritmi di controllo adattivi che assicurano il miglioramento dell’efficienza di funzionamento dell’inverter;
  • sensoristica in grado di analizzare i dati operativi del motore per prevenire l’insorgere di eventuali guasto.

Al momento non è dato sapere se l’EMCE sarà il motore delle Ego Corsa per la MotoE 2022. Possiamo però immaginare che le maggiori prestazioni e la riduzione del peso di 10kg, pongono questo componente in cima alla lista dei desideri per piloti e squadre per l’anno prossimo.

Per essere aggiornato sulla MotoE World Cup, iscriviti al broadcast Whatsapp di Epaddock e ricevi sul tuo cellulare in tempo reale tutte le nostre notizie: scopri qui come.

EnglishItalianSpanishIndonesian