GP d'Italia della MotoE: Ferrari vince gara 2 al Mugello

GP d'Italia della MotoE: Ferrari vince gara 2 al Mugello
GP d'Italia della MotoE Ferrari
GP d’Italia della MotoE – Ferrari vince gara 2 al Mugello

GP d’Italia della MotoE – Ferrari vince gara 2 al Mugello davanti ad Aegerter e Alcoba. Sul circuito del Mugello, il pilota italiano torna alla vittoria in MotoE mentre Aegerter consolida la sua leadership in campionato. Per Marc Alcoba è il primo podio in MotoE.

GP d’Italia della MotoE: Ferrari vince gara 2 – Sul circuito del Mugello, Matteo Ferrari (FELO Gresini Racing MotoE) ha vinto la seconda gara del GP d’Italia della MotoE World Cup 2022. Il pilota italiano è arrivato per primo al traguardo seguito da Dominique Aegerter (Dynavolt Intact GP MotoE) e da Marc Alcoba (Openbank Aspar Team). Ferrari torna alla vittoria in MotoE dopo le cinque vittorie a Misano negli anni scorsi. Nuovo podio per Dominique Aegerter che allunga in classifica generale, portandosi a 28 punti di vantaggio su Granado. Primo podio in MotoE per Marc Alcoba che conquista il terzo posto al fotofinish.
Al via il più veloce è Zannoni che va in testa seguito da Aegerter, Ferrari e Casadei. All’uscita dela curva 1 proprio Casadei perde aderenza al posteriore e finisce a terra; il pilota italiano del team Pons Racing 40 è costretto a ritirarsi nei primi secondi di gara. Il gruppo di testa è molto compatto, con Manfredi, Pons, Granado e Alcoba in scia ai primi tre.
Alla frenata della curva Scarperia, Ferrari prova un primo attacco ad Aegerter ma il pilota svizzero resiste e mantiene il secondo posto. Il gruppo di testa arriva tutto in fila al Correntaio e si porta verso le Biondetti ma alle sue spalle Okubo in ingresso alla Biondetti 1 cade per un highside. Il pilota giapponese è dolorante ad una gamba e si ritira dalla gara.

GP d'Italia della MotoE Aegerter vince
GP d’Italia della MotoE: Dominique Aegerter

Il primo giro termina con Ferrari che in rettilineo sfrutta la scia e si affianca ad Aegerter. Dietro di loro anche gli altri piloti si avvantaggiano della scia e arrivano in cinque affiancati alla frenata della San Donato (curva 1). In uscita di curva è sempre primo Zannoni mentre alle sue spalle Ferrari, Pons, Alcoba e Canepa riescono a superare Aegerter. Dietro il pilota svizzero si trova il suo principale rivale in classifica, Eric Granado.
Alla Casanova-Savelli, Ferrari attacca Zannoni ma deve desistere e restare in seconda posizione. Il gruppo continua il secondo giro con tutti i primi piloti uno dietro l’altro senza altri tenativi di sorpasso al Correntaio o alla Bucine.
Il gruppo di testa passa sul rettilineo del traguardo per iniziare il terzo giro, con Ferrari in scia a Zannoni e Pons che guadagna metri in scia ad entrambi.
Alla frenata della San Donato avviene un doppio sorpasso: Ferrari supera Zannoni per la leadership della gara mentre alle loro spalle Alcoba supera Pons. Dietro questi piloti si sgrana il gruppo con Canepa davanti a Granado, Aegerter, Mantovani, Garzò e Manfredi.

GP d’Italia della MotoE – Ferrari guida il gruppo in gara 2 al Mugello

Ferrari prova a sfruttare la pista libera davanti a lui e spinge per guadagnare metri sugli inseguitori. Dietro di lui Alcoba involontariamente lo aiuta, tenando il sorpasso a Zannoni per la seconda posizione. Il sorpasso non riesce ma i due perdono un paio di decimi su Ferrari. Poco dietro di loro Aegerter inizia la sua rimonta, superando Eric Grando alla curva Bucine.
Il quarto giro inizia con Zannoni che sfrutta la scia di Ferrari per colmare il gap dal pilota del team Gresini e superarlo. Ferrari però reagisce e supera il pilota del team Sic58 alla frenata della prima curva. Dietro di loro le scie avvantaggiano in piloti in rimonta, in particolare Pons e Canepa superano Alcoba e si candidano ad un posto sul podio finale. Nella lotta per la classifica generale, Granado supera Aegerter. Ferrari in testa spinge fortissimo ed esce dall’ultima curva che immette sul traguardo con 0,3 secondi di vantaggio su Zannoni.

GP d’Italia della MotoE: Marc Alcoba

Il lungo rettilineo del Mugello permette ai piloti in scia di guadagnare 5-6 km/h su chi li precede, permettendo di recuperare posizioni in fondo al rettilineo. Questo non vale per Zannoni, che è ormai troppo lontano da Ferrari per sfruttarne la scia e riportarsi in prima posizione. Ferrari sfrutta la pista libera davanti a sè per continuare a spingere, arrivando ad avere mezzo secondo di vantaggio sugli inseguitori.
Il gruppo che insegue Ferrari arriva alle Arrabbiate con Zannoni secondo seguito da Pons, Alcoba, Canepa, Granado e Aegerter. Nella frenata successiva Pons frena molto forte e passa Zannoni. Anche Alcoba attacca il pilota italiano alla curva del Correntaio e lo passa, guadagnando il terzo posto provvisorio. Zannoni commette un errore alla Bucine, la lunga curva in discesa che immette sul rettilineo del traguardo. La velocità persa per l’errore costa caro a Zannoni che sul rettilineo viene passato da Granado, Aegerter e Canepa.

GP d’Italia della MotoE: Miquel Pons

Inizia l’ultimo giro di gara con Ferrari sempre al comando con mezzo secondo di vantaggio sugli inseguitori che formano un gruppo compatto con Pons, Alcoba, Aegerter e Canepa. Alla Bucine Aegerter frena tardissimo e entra in curva davanti ad Alcoba. Il leader della classifica vede l’opprtunità di guadagnare punti importanti su Granado che è bloccato nel gruppo. In uscita dalla Bucine, Aegerter si mette in scia a Pons cercando di recuperare i metri che lo separano dalla seconda posizione.
Davanti Ferrari taglia da solo il traguardo, conquistando la sua sesta vittoria in MotoE, la prima su un circuito diverso da Misano. Dietro di lui Aegerter prende la scia di Pons ma Alcoba prende quella di entrambi e guadagna tantissima velocità sul rettilineo finale. Sia Aegerter che Alcoba superano Pons e arrivano sul traguardo con lo stesso identico tempo; solo la verifica al photo finish assegna il secondo posto ad Aegerter e il terzo ad Alcoba. Per il pilota svizzero sono 20 punti importantissimi in campionato mentre per Alcoba è il primo podio assoluto in MotoE.

L’immagine dell’arrivo la photo finish di Aegerter e Alcoba.

Dietro i primi tre tagliano il traguardo nell’ordine: Pons, Canepa, Mantovani, Granado, Zannoni, Manfredi, Garzò, Roccoli, Fores, Escrig, Finello ed Herrera. L’ordine d’arrivo è stato successivamente modificato dalla Direzione Gara che ha assegnato delle penalità ad Alcoba, Granado e Canepa per non aver rispettato le bandiere gialle. Qui di seguito l’ordine d’arrivo finale di Gara 2 della MotoE:

POS. N. Naz. Pilota Team Tempo Gap
1 11 Matteo FERRARI FELO Gresini MotoE 12,04.368
2 77 Dominique AEGERTER Dynavolt Intact GP 12,04.897 0,529
3 71 Miquel PONS LCR E-Team 12,04.934 0,566
4 9 Andrea MANTOVANI WithU GRT RNF MotoE Team 12,05.989 1,621
5 21 Kevin ZANNONI Ongetta Sic58 Squadra Corse 12,06.094 1,726
6 7 Niccolo CANEPA WithU GRT RNF MotoE Team 12,05.107 0,739
7 70 Marc ALCOBA Openbank Aspar Team 12,04.897 0,529
8 51 Eric GRANADO LCR E-Team 12,06.046 1,678
9 34 Kevin MANFREDI OCTO PRAMAC MotoE 12,07.004 2,636
10 4 Hector GARZO Tech3 E-Racing 12,08.954 4,586
11 55 Massimo ROCCOLI Pons Racing 40 12,14.459 10,091
12 12 Xavi FORES OCTO Pramac MotoE 12,14.915 10,547
13 17 Alex ESCRIG Tech 3 E-racing 12,15.132 10,764
14 72 Alessio FINELLO FELO Gresini MotoE 12,16.533 12,165
15 6 Maria HERRERA Openbank Aspar Team 12,21.485 17,117

Il prossimo apppuntamento della MotoE World Cup è tra un mese sulla pista olandese di Assen, dal 26 al 28 giugno.

Foto: motogp.com e Michelin Motorsport

MotoE World Cup 2022
La classifica del campionato

Per essere aggiornato sulla MotoE World Cup, iscriviti al broadcast Whatsapp di Epaddock e ricevi sul tuo cellulare in tempo reale tutte le nostre notizie: scopri qui come.

EnglishItalianSpanishIndonesian