Ecobonus 2024: ripartono gli incentivi per moto e scooter elettrici

Ecobonus 2024: ripartono gli incentivi per moto e scooter elettrici
Ecobonus 2024: ripartono gli incentivi per moto e scooter elettrici

Anche nel 2024 saranno stanziati gli incentivi per l’acquisto di ciclomotori e motocicli elettrici: l’ammontare complessivo dell’ecobonus è di 50 milioni di euro.

Anche per il 2024 saranno disponibili gli incentivi per chi vuole acquistare una moto o uno scooter, sia elettrico che endotermico. L’ammontare dell’ecobonus per i veicoli elettrici a due ruote è di 45 milioni, mentre i restanti 5 milioni sono disponibili per i mezzi a motore termico. Gli ecobonus per i mezzi a due ruote si inserisce all’interno di un quadro più ampio di ecoincentivi che comprende anche le auto, per le quali vengono stanziati 570 milioni di euro.

Lo scooter elettrico FELO FW-06
Lo scooter elettrico FELO FW-06 (foto: FELO)

L’Ecobonus 2024 per moto e scooter elettrici
L’incentivo 2024 per moto e scooter elettrici è del 30%, fino ad un massimo di 3.000 euro IVA esclusa, per acquisto senza rottamazione, mentre è del 40%, fino ad un massimo di 4.000 euro IVA esclusa, per acquisto con rottamazione di un vecchio mezzo con omologazione compresa fra Euro 0 e Euro 3. L’ecobonus è calcolato sulla percentuale del prezzo di acquisto di un mezzo elettrico nuovo, facente parte delle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e.
Qui la descrizione delle sette categorie:

  • L1: veicoli a due ruote elettrici o endotermici fino a 45 km/h
  • L2: veicoli a tre ruote fino a 45 km/h
  • L3: veicoli con cilindrata superiore ai 50 cc e/o velocità superiore a 45 km/h
  • L4: tre ruote asimmetriche (sidecar) con cilindrata oltre 50cc e velocità superiore a 45 km/h
  • L5: tre ruote simmetriche con cilindrata oltre 50cc e velocità superiore a 45 km/h
  • L6: quadricicli leggeri con velocità inferiore o uguale a 45 km/h e massa a vuoto inferiore o uguale a 350 kg esclusa la massa delle batterie per veicoli elettrici
  • L7: quadricicli diversi dai quadricicli leggeri (a 4 ruote) con massa a vuoto inferiore o uguale a 400 kg (550 kg per veicoli destinati al trasporto di merci) esclusa la massa delle batterie per veicoli elettrici e potenza massima netta inferiore a 15 kW

Il contributo è erogato direttamente dal venditore che ha l’obbligo di registrarsi alla piattaforma Ecobonus e prenotare il contributo per ogni singola moto venduta e confermare l’operazione entro i successivi 180 giorni. Per il cliente verrà applicato uno sconto sul prezzo di acquisto.
Quando i fondi saranno messi a disposizione, i concessionari potranno inserire sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Lo scorso anno, i 35 milioni di euro a disposizioni si sono esauriti in nove mesi circa.

Honda EM1e, il primo scooter elettrico della casa giapponese per il mercato europeo
Honda EM1e, il primo scooter elettrico della casa giapponese per il mercato europeo (Foto: Honda)

L’Ecobonus 2024 per moto e scooter termici
Per i ciclomotori e motocicli termici Euro 5 è invece previsto, a fronte di uno sconto del venditore del 5%, un contributo del 40% del prezzo d’acquisto, fino a un massimo di 2.500 euro, se c’è la contestuale rottamazione di una moto o scooter di classe inquinante da Euro 0 a Euro 3, intestato da almeno un anno allo stesso soggetto intestatario del nuovo veicolo o a uno dei suoi familiari conviventi.

10 scooter elettrici da acquistare con gli incentivi 2022
10 scooter elettrici da acquistare con gli incentivi 2022

Per essere aggiornato sulla MotoE World Championship, iscriviti al broadcast Whatsapp di Epaddock e ricevi gratuitamente sul tuo cellulare in tempo reale tutte le nostre notizie: scopri qui come.