MotoE - Nel GP di Francia ottimi risultati per Kevin Zannoni

MotoE - Nel GP di Francia ottimi risultati per Kevin Zannoni
MotoE GP di Francia Zannoni
MotoE GP di Francia: Zannoni conquista la prima fila in MotoE

MotoE – Nel GP di Francia, Kevin Zannoni, neo pilota del team Sic58 Squadra Corse, ha ottenuto la sua prima fila da quando gareggia in MotoE. Zannoni ha lottato fino all’ultima curva per la vittoria in Gara1 e ha perso il podio in Gara 2 per soli 6 millesimi di secondo.

Il circuito di Le Mans ha ospitato il secondo round della quarta edizione della MotoE World Cup, in un weekend caratterizzato da bel tempo e temperature elevate. Kevin Zannoni, al suo secondo anno in MotoE, ha completato le sue due migliori gare da quando corre nella classe elettrica della MotoGP. Zannoni ha conquistato per la prima volta la prima fila in MotoE e in entrambe la gare è stato in lotta per la vittoria. Purtroppo un errore all’ultima curva in Gara 1 lo ha privato del primo podio in carriera. Sembrava fatta in Gara 2 ma un’ottima manovra di Canepa all’ultima curva gli ha permesso di precedere Zannoni di sei millesimi sotto la bandiera a scacchi. In Francia, Zannoni ha così conquistato un quarto posto, eguagliato il suo miglior risultato in MotoE l’anno scorso a Misano.
l prossimo apppuntamento della MotoE World Cup è tra due settimane sulla pista italiana del Mugello per il GP d’Italia.

MotoE GP di Francia Zannoni
MotoE GP di Francia: Kevin Zannoni in gara a Le Mans

Paolo Simoncelli (Sic58 Squadra Corse Team Principal)
“La MotoE è partita in sordina, tra lo scetticismo generale, anche mio su cui mi sono dovuto ricredere. Da che il primo anno correvano piloti in fin di carriera, oggi questa categoria vanta giovanissimi con tanta voglia di fare bene. Ne derivano gare esaltanti e super tirate. E’ il nuovo trampolino di lancio per la Moto2. Sono felice per Casadei che è stato il pilota per cui sono tornato alle corse con il team “Sic58”. Abbiamo condiviso gioie e dolori, avventure e disavventure e ora sono contento che sia lì a vincere, anche se va a discapito nostro.
Zannoni è il nostro pupillo, gradito regalo di Cecchinello a cui io stesso l’avevo consigliato l’anno precedente. Ha provato a superare Mattia in modo un po’ avventato finendo a terra, ma mi sta bene. Se un pilota non prova a vincere all’ultimo giro quando ci deve provare?
In Gara 2 ha mancato il podio di un soffio, all’ultima curva per 6 millesimi, che equivalgono a 5 cm, in volata con Canepa. E’ un pilota che mi piace molto, il miglior sostituto per Casadei”.

Marco Grana (Direttore Tecnico Sic58 Squadra Corse)
“A Le Mans siamo andati bene. Siamo partiti nella FP1 con pista fredda e la gomma quella che avevamo usato in qualifica a Jerez, non erano certo le condizioni in cui spingere molto però già lì avevamo capito che direzione prendere per il setup. Nella FP2 con gomma nuova e temperatura più alta siamo riusciti ad essere molto veloci facendo il terzo tempo a 140 millesimi dal più veloce. Nelle qualifiche Kevin ha deciso di entrare in pista da solo, senza cercare la scia di altri piloti. E’ stata una scelta azzeccata perché è riuscito a girare bene; per buona parte della sessione ha avuto il miglior tempo ed è stato superato solo nel finale, concludendo terzo a soli 21 millesimi da Casadei che ha fatto la pole. Venerdì Kevin era molto contento della moto e infatti è stato tutto il giorno tra i mgliori”.

MotoE GP di Francia Zannoni
Kevin Zannoni per la prima volta in prima fila in MotoE

“Gara 1 è stata quasi perfetta. Kevin è partito molto bene poi Mattia (Casadei) l’ha passato ma Zannoni giro dopo giro ha fatto un bel recupero e anzi, sul finale sembrava che fosse molto più veloce del primo.
Mattia però è un pilota esperto in MotoE, ci corre dalla prima stagione, quindi, sapeva come frenare forte per non farsi superare. Kevin ha provato a passarlo in varie curve perché la voglia di vincere era tanta ma, prima di Le Mans, Zannoni aveva corso solo nove gare in MotoE e questa era la prima gara in cui era in lotta per un podio e la vittoria. Ha provato in vari punti a passare ma Mattia ha sempre resistito molto bene.
Kevin nel tentativo all’ultima curva è stato troppo aggressivo ed è caduto, ma ci sta. Resta il fatto che il nostro pilota ha fatto una gara da protagonista e fino alla fine poteva vincere. Sono veramente contento che dopo solo due round siamo riusciti a portare Kevin a lottare con i piloti più veloci della categoria che hanno tutti molta più esperienza di lui in MotoE e nel motomondiale”.

MotoE GP di Francia Zannoni
Zannoni e Casadei in lotta per la vittoria a Le Mans

“Bene anche Gara 2 in cui Zannoni è stato secondo nella prima parte di gara prima di essere superato da Aegerter. Se non fosse caduto il sabato, domenica sarebbe stato più aggressivo e sarebbe salito sul podio. Invece all’ultima curva Canepa è stato più bravo ed è riuscito a precedere Kevin sul traguardo per soli sei millesimi.
Io sono soddisfatto perché Kevin ha corso due gare da protagonista, mentre lui c’è rimasto un po’ male perché voleva conquistare almeno un podio. Dopo i problemi che avevamo avuto a Jerez non era facile fare il salto di prestazioni che abbiamo fatto a Le Mans. Per me il voto del GP di Francia è un 9 e mezzo”.

MotoE GP di Francia Zannoni

“Zannoni nel weekend di gara lavora molto bene: è serio, concentrato, si impegna tanto, mi piace. Stiamo lavorando bene insieme e infatti i risultati hanno iniziato ad arrivare. Per tre anni il nostro pilota è stato Casadei che in frenata è più incisivo di Zannoni mentre per velocità di percorrenza o apertura del gas si assomigliano ed entrambi sono molto aggressivi in ingresso curva. Nonostante questo, il setup della moto quest’anno è molto diverso dagli anni scorsi perché la moto è più leggera di 15kg ed è cambiata la distribuzione dei pesi, quindi non riusciamo ad usare gli assetti che facevamo prima nonostante Zannoni e Casadei abbiano uno stile di guida abbastanza simile.
Adesso andiamo al Mugello, una pista completamente diversa da Le Mans, in cui sarà importante capire fin da subito che direzione prendere per il setup. Spero che le modifiche alla moto che abbiamo fatto in Francia vadano bene anche al Mugello.
Penso che da qui alla fine del campionato potremo essere competitivi su tutti i circuiti ed essere sempre tra quelli che si giocano il podio”.

MotoE GP di Francia: Okubo

MotoE World Cup 2022
La classifica del campionato

Foto: motogp.com e Sic58 Squadra Corse

Per essere aggiornato sulla MotoE World Cup, iscriviti al broadcast Whatsapp di Epaddock e ricevi sul tuo cellulare in tempo reale tutte le nostre notizie: scopri qui come.

EnglishItalianSpanishIndonesian