Le prestazioni della MotoE: i dati del team Gresini

Le prestazioni della MotoE: i dati del team Gresini
Matteo Ferrari e Andrea Mantovani (Indonesian E-Racing Gresini MotoE)

Nell’arco della stagione appena conclusa della MotoE World Cup, abbiamo ricevuto dall’Indonesian E-Racing Gresini MotoE team diversi dati registrati dai sensori della telemetria montati sulle moto di Matteo Ferrari e Andrea Mantovani. Questi dati non sono normalmente divulgati dalle squadre e per questo ringraziamo la squadra italiana per aver collaborato con Epaddock.

Con il team Gresini, l’analisi che si è focalizzata principalmente sulla frenata della MotoE. Tra le varie infografiche che abbiamo realizzato, ce ne sono alcune che mettono a confronto le prestazioni del sistema frenante che Brembo fornissce per la MotoE con quello che la stessa società fornisce per la MotoGP.

Comparativa MotoE – MotoGP per la frenata della curva 1 a Barcellona

La curva 1 del circuito di Barcellona è quella in cui è stata registrata la maggior energia assorbita dal sistema frenante della MotoE. Per portare la velocità della moto da 260km/h a 100,7km/h in 216 metri, le pinze dei dischi anteriori hanno esercitato una coppia massima di 892Nm assorbendo un energia pari a 408kW. La massima decelerazione registrata è stata di 1,37 volte la forza di gravità.
Un’altra frenata molto critica è quella alla curva 4 del circuito austriaco del Red Bull Ring. In quel caso la moto rallenta da 234,1km/h a 83,1km/h con la difficoltà ulteriore di essere in un tratto in discesa.

MotoE – MotoGP per la frenata della curva 4 al Red Bull Ring

Il sistema frenante della MotoE
Il sistema frenante della MotoE è di derivazione MotoGP e Superbike ed è stato adattato per l’impiego sulla Ego Corsa. I dischi sono di tipo “T-Drive” in acciaio mentre le pinze sono le GP4-PR; vediamone i dettagli. I dischi anteriori sono i “T-Drive” in acciaio, presentano un diametro di 336 mm e uno spessore di 7,1 mm con configurazione specificamente progettata per la MotoE.
La pinza anteriore è di tipo monoblocco in alluminio modello GP4-PR ricavata dal pieno. E’ la pinza già utilizzata nel campionato MotoGP con dischi in acciaio fino alla stagione 2017, quando si usavano dischi di questo tipo in caso di gare bagnate. Presenta 4 pistoni in titanio con diametro differenziato da 32-36 mm ed è azionata da una pompa radiale con diametro 19 mm e interasse 18 mm.

Per essere aggiornato sulla MotoE World Cup, iscriviti al broadcast Whatsapp di Epaddock e ricevi sul tuo cellulare in tempo reale tutte le nostre notizie: scopri qui come.

EnglishItalianSpanishIndonesian