I piani di Yamaha per la mobilità elettrica

I piani di Yamaha per la mobilità elettrica
L’E01, il primo scooter di fascia media di Yamaha (foto Yamaha)

Quali sono i piani di Yamaha per la mobilità elettrica? Abbiamo raccolto in questa serie di articoli le moto e i progetti su cui stanno lavorando le principali case motociclistihe e i loro programmi fino al 2030.

I piani di Yamaha per la mobilità elettrica – È ufficiale, la rivoluzione delle moto elettriche sta arrivando, anche se in silenzio, e tutte le principali case motociclistiche hanno un piano per la mobilità elettrica. Il fenomeno è iniziato già da un po’, ma nel 2022 l’intero mercato sta prendendo piede con più decisione. Al momento le vendite sono trainate da scooter e motocicli equivalenti ai 125cc e 50cc a motore termico, ma nei prossimi anni anche le vendite di moto elettriche saranno sempre maggiori.
Convincere i motociclisti che la guida a zero emissioni può offrire le stesse emozioni delle attuali moto con motore a combustione, non è un compito facile. Al momento, i veicoli a due ruote a propulsione elettrica rappresenteranno circa il 4% del mercato europeo nel 2022, molto meno rispetto a quanto avviene nel settore auto. Tuttavia, questa quota è più che raddoppiata rispetto al 2021, grazie a nuovi modelli con prestazioni simili a quelli con propulsione tradizionale, e agli eco-incentivi presenti in alcuni paesi europei.
Si tratta di una cifra che continuerà a crescere man mano che la percezione pubblica – e le leggi – continueranno a spostarsi verso un futuro più green, con i prossimi due anni che vedranno alcune grande case motociclistiche entrare nel mercato della mobilità elettrica; vediamo quali.

Le future moto elettriche dei principali produttori mondiali: YAMAHA

A differenza di Honda e Kawasaki, Yamaha non ha ancora dichiarato i suoi progetti nel campo della mobilità elettrica nel prossimo decennio. Ha però già portato due modelli elettrici su strada: il modello E01 e il NEOS elettrico. Il primo è uno scooter elettrico di classe 8,1 kW (equivalente ad un 125cc) simile all’NMAX con un’usabilità pari a quella di uno scooter a motore termico di classe 125cc e prestazioni adatte alla mobilità interurbana. L’E01 è già disponibile in Giappone e a breve lo sarà anche in Europa, Indonesia, Malesia, Taiwan e Thailandia. La formula pensata da Yamaha per l’E01 è quella dello sharing e del noleggio. Il secondo è la versione elettrica del famoso NEO’s a motore termico da 50cc ed è uno scooter pensato per la mobilità urbana. Il NEO’s elettrico è il primo scooter elettrico di Yamaha disponibile sul mercato in Europa.

Foto: Yamaha

Per essere aggiornato sulla MotoE World Cup, iscriviti al broadcast Whatsapp di Epaddock e ricevi sul tuo cellulare in tempo reale tutte le nostre notizie: scopri qui come.

EnglishItalianSpanishIndonesian