GP d'Olanda di MotoE: Dominique Aegerter 1° e 2° nelle gare di Assen

GP d'Olanda di MotoE: Dominique Aegerter 1° e 2° nelle gare di Assen
DutchGP MotoE ad Assen Dominique Aegerter
DutchGP: Dominique Aegerter vince gara 1 della MotoE ad Assen

GP d’Olanda di MotoE – Inizio preparazione, annullamento, inizio preparazione, annullamento, semaforo verde, gara sprint di 3 giri e bandiera rossa. Questa potrebbe essere la sintesi di gara 2 della MotoE ad Assen in cui Dominique Aegerter ha conquistato il secondo posto. In gara 1 invece grande vittoria del pilota svizzero.

GP d’Olanda di MotoE – Le due gare della MotoE ad Assen sono probabilmente state la più bella e la più brutta gara della classe elettrica della MotoGP in questi quattro anni di vita. Nella prima Aegerter ha conquistato la vittoria con un superbo sorpasso su Mattia Casadei all’ultima curva. Nella seconta, resa caotica della pioggia che scendave a tratti, il pilota svizzero ha conquistato il secondo posto.
Ora Dominique Aegerter si avvia verso la pausa estiva da leader della classifica generale con 158 punti, 31,5 punti vantaggio sugli inseguitori a due round dalla fine del campionato.
Il prossimo apppuntamento della MotoE World Cup è dopo la pausa estiva, dal 19 al 21 agosto, sulla pista austriaca del Red Bull Ring.

MotoE World Cup 2022
La classifica del campionato

Dominique Aegerter (Dynavolt Intact GP MotoE)

“Sono molto contento di aver iniziato il weekend conquistando la pole position. Conosco bene questa pista, due mesi fa ho ottenuto due vittorie e una pole position nel campionato Supersport. Non vedevo l’ora di tornare ad Assen, mi piace la pista e ci sono molti tifosi. Venerdì mattina è stato strano. Le prime prove sono state bagnate e mi sono piazzato solo 12°. Pensavo di poter migliorare nelle FP2, ma è piovuto forte e quindi le prove sono state annullate e ho dovuto fare la Q1. È stato sicuramente utile avere un po’ più di tempo su una pista asciutta. Solo dieci minuti di pista asciutta non sono molti per adattarsi alla pista, alle condizioni, alla moto, alle gomme, al cambio e all’assetto. Quindi sono stato fortunato ad avere due brevi sessioni da otto e sette minuti. Questo è stato sicuramente un piccolo vantaggio rispetto agli altri che sono entrati direttamente in Q2. Il mio team Dynavolt Intact GP MotoE ha fatto un ottimo lavoro. Hanno apportato una piccola modifica alla moto per permettermi di andare più veloce.”

DutchGP MotoE ad Assen Dominique Aegerter

“Sabato la gara è stata davvero emozionante. La mia partenza non è stata così buona, dalla pole position sono scivolato un po’ indietro. Ma ero sempre intorno alle posizioni due e tre. Sapevo che con solo 8 giri, dovevo stare davanti. Abbiamo combattuto ancora una volta con Casadei, Ferrari e Granado, non è stato facile e abbiamo fatto dei sorpassi pazzeschi, ma le moto sono tutte uguali, quindi dobbiamo prendere dei rischi per sorpassarci. Alla fine ho fatto un gran sorpasso nell’ultima chicane e ho conquistato la vittoria.
L’anno scorso sono stato un po’ sfortunato, sono caduto nel primo giro. Ma quest’anno abbiamo vinto, gara 1 e abbiamo guadagnato 25 punti, questo era l’obiettivo numero uno”.

DutchGP MotoE ad Assen Dominique Aegerter

“La seconda gara qui ad Assen è stata sicuramente un po’ strana perché nella procedura di partenza abbiamo avuto un po’ di pioggia, poi abbiamo aspettato, non sapendo se montare le gomme da pioggia o rimanere sulle slick. Abbiamo poi fatto un giro di riscaldamento ma lì abbiamo visto che pioveva parecchio, quindi abbiamo aspettato di nuovo in griglia e sono ricominciati i pensieri sulla scelta delle gomme. Alla fine sono usciti tutti con le slick ma durante la gara sono cadute sempre delle gocce di pioggia. è stato abbastanza difficile guidare quindi non volevo essere in prima posizione così presto perché volevo vedere dagli altri dove erano i limiti ma sfortunatamente è stata esposta la bandiera rossa quando ero secondo. Avrei voluto allungare ulteriormente il vantaggio in campionato, ma Eric era davanti a me al momento dello stop alla gara. Nel complesso è stata una gara strana, soprattutto perché sono stati assegnati solo metà dei punti. Ma almeno ero ancora sul podio, quindi il secondo posto è buono.
Ora abbiamo altre quattro gare in arrivo a Spielberg e Misano, entrambe piste che mi piacciono quindi darò il massimo per rimanere in testa fino a fine stagione”.

Foto: motogp.com e Dynavolt Intact GP MotoE

Per essere aggiornato sulla MotoE World Cup, iscriviti al broadcast Whatsapp di Epaddock e ricevi sul tuo cellulare in tempo reale tutte le nostre notizie: scopri qui come.

EnglishItalianSpanishIndonesian