Ecobonus 2023: ancora più di 8 milioni disponibili per moto e scooter elettrici

Ecobonus 2023: ancora più di 8 milioni disponibili per moto e scooter elettrici
Lo scooter elettrio Vmoto Soco Cu mini
Lo scooter elettrio Vmoto Soco Cu mini (Foto: Vmoto Soco)

Anche nel 2023 sono disponibili gli incentivi per chi vuole acquistare una moto o uno scooter elettrico. Dopo due mesi dal via per presentare le richieste sono ancora disponibili 8 dei 35 milioni originariamente stanziati.

A due mesi dall’apertura delle richieste, sono disponibili ancora più di 8 milioni di euro di incentivi dei 35 stanziati inizialmente dall’Ecobonus 2023 per l’acquisto di moto e scooter elettrici. A partire dal 10 gennaio 2023, è possibile inserire sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it le domande per usufruire degli incentivi 2023 per moto e scooter elettrici. Le domande devono riguardare gli acquisti effettuati a partire dal 1 gennaio 2023 e sino al 31 dicembre 2023, e saranno evase salvo esaurimento delle risorse disponibili. L’ammontare totale dell’ecobonus per i veicoli elettrici a due ruote è di 35 milioni e vale per tutto il 2023 fino ad esaurimento dei fondi. Altri 5 milioni sono disponibili per i mezzi a motore termico.

L’Ecobonus 2023 per moto e scooter elettrici

L’incentivo 2023 per moto e scooter elettrici è del 30%, fino ad un massimo di 3.000 euro, per acquisto senza rottamazione, mentre è del 40%, fino ad un massimo di 4.000 euro, per acquisto con rottamazione di un vecchio mezzo con omologazione compresa fra Euro 0 e Euro 3. L’ecobonus è calcolato sulla percentuale del prezzo di acquisto di un mezzo elettrico nuovo, facente parte delle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e.

L’Ecobonus 2023 per moto e scooter termici

Per i ciclomotori e motocicli termici Euro 5 (categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7) è invece previsto, a fronte di uno sconto del venditore del 5%, un contributo del 40% del prezzo d’acquisto, fino a un massimo di 2.500 euro. Questo vale se c’è la contestuale rottamazione di una moto o scooter di classe inquinante da Euro 0 a Euro 3.

I nuovi incentivi possono essere richiesti solo dai privati, sia per i mezzi elettrici che per quelli a motore termico. Sono quindi escluse le società di sharing e le autoimmatricolazioni delle Case e dei concessionari, per evitare il fenomeno della autoimmatricolazioni e dei km zero. Al fine di godere dell’incentivo, è obbligatorio restare proprietari del veicolo acquistato per almeno un anno.
Per ottenere gli incentivi 2023 per moto e scooter elettrici, i concessionari possono inserire sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it le prenotazioni. Per gli acquisti effettuati a partire dal 1 gennaio 2023 e sino al 31 dicembre 2023, salvo esaurimento delle risorse disponibili.

Lo scooter elettrico Neos di Yamaha
Lo scooter elettrico Neos di Yamaha (foto: Yamaha)
10 scooter elettrici da acquistare con gli incentivi 2022

Per essere aggiornato sulla MotoE World Championship, iscriviti al broadcast Whatsapp di Epaddock e ricevi gratuitamente sul tuo cellulare in tempo reale tutte le nostre notizie: scopri qui come.