5 domande a Matteo Ballarin

5 domande a Matteo Ballarin
Matteo Ballarin durante l’evento di lancio di WithU

WithU è il nuovo main sponsor del team di MotoE “One Energy Racing”. Presentato ufficialmente martedì 28 maggio a Milano, WithU (qui il link al sito) è il nuovo brand di fonia mobile e fibra del gruppo Europe Energy, che si propone l’ambizioso obiettivo di “diventare il primo grande operatore in Italia ad offrire ai propri clienti la possibilità di sottoscrivere con un unico soggetto contratti di fonia mobile e internet oltre a energia elettrica e gas”. Dietro tutto questo c’è Matteo Ballarin, imprenditore attivo nel mercato elettrico dal 1999, che possiede il team “One Energy” insieme a Johan Stigefelt e Razlan Razali. Europe Energy è anche un importante partner del team Sepang International Circuit presente in MotoGP, Moto2 e Moto3.

La Yamaha M1 di Morbidelli con il brand WithU

1 – Da cosa deriva il vostro impegno nel mondo delle corse motociclistiche?
L’interesse nasce da un’analisi di marketing molto precisa. Eravamo alla ricerca di uno sport estremamente dinamico, che fosse considerato positivamente in tutto il mondo, cosa che non succede per esempio con il calcio, e che venisse percepito come accessibile, cosa che non sembra valere per la Formula1. La MotoGP ha sposato molto bene questa idea. Poi la mia passione personale ha fatto il resto…

2 – Come mai la MotoE?
Lavoro nella fornitura di energia elettrica e gas da esattamente vent’anni, quindi sono molto attento alle innovazioni in questo campo. E so che, mentre le auto elettriche sono ormai sdoganate, per le moto il discorso è diverso. Per me investire nella MotoE vuol dire investire sul futuro.

3 – La MotoE contribuirà ad attirare sponsor diversi da quelli già presenti nel Motomondiale?
Di sicuro. Questa è un’industria complementare alla motociclistica tradizionale, ma – allo stesso tempo – completamente nuova. Basti vedere chi è il main sponsor del campionato (Enel – ndr): qualcuno che prima non aveva mai investito pesantemente nel Motomondiale.

Bradley Smith in azione con la MotoE sulla pista di Jerez

4 – Il vostro pilota, l’inglese Bradley Smith, è davvero il favorito, come pensano in molti?
Sì. Non sarà facile, ma è per raggiungere questo obiettivo che siamo qui.

5 – Qual è il bilancio del MotoE Summit in cui Dorna ha incontrato investitori, sponsor e squadre?
Ne è uscito un quadro molto stimolante: c’è la sensazione diffusa che si stia creando qualcosa di nuovo con molte potenzialità. L’eccitazione è grande.

A questi link trovate l’intervista rilasciata da Bradley Smith al canale MotoGP.com (link) e quella di Razlan Razali (link)

EnglishItalian